Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?

Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?
Ormai hai capito che per ottenere visibilità per la tua azienda devi investire in annunci digitali, sai che puoi utilizzare gli annunci a pagamento di Google oppure l'advertising su Facebook, ma non hai ancora capito la differenza tra questi due diversi approcci.
In questo articolo ti spiegherò le caratteristiche che contraddistinguono queste due piattaforme, mettendole a confronto, e i fattori da considerare quando si decide quale piattaforma pubblicitaria online utilizzare.

Che differenza c'è tra Facebook Ads e Google Ads?

Iniziamo col dire che Facebook Ads è una piattaforma pubblicitaria utilizzata esclusivamente per gestire campagne a a pagamento su social network, mentre con Google Ads è possibile creare campagne sulla rete di Ricerca di Google e i Partner di Ricerca e campagne Display che vengono visualizzata sempre su Google e i suoi Partner di Ricerca. Sebbene entrambi pubblichino annunci pay-per-click (PPC), lo fanno su canali separati e spesso si rivolgono agli utenti in diverse fasi del  percorso dell'acquirente.
 
Queste piattaforme sono spesso comparate tra di loro, ma in realtà Facebook Ads e Google Ads sono complementari e ognuna offre dei vantaggi importanti.
Se però non è possibile attivarle entrambe ecco quali sono i fattori che dovresti considerare nella scelta.
 

L'obiettivo della tua campagna

La prima cosa da stabilire (ma a volte è anche la più difficile) è cosa si vuole ottenere dalla campagna. Gli obiettivi possono essere tanti: dare visibilità al marchio, ottenere lead, vendere prodotti, e tanti altri.
Sapere già qual è l'obiettivo può farti capire quale strada intraprendere.
 
Gli utenti che ricercano qualcosa su Google sanno già che cosa stanno cercando e quindi dimostrano già un'elevata intenzione all'acquisto.
Ad esempio se sto cercando la parola chiave bottiglia di champagne, con molta probabilità è perchè ho interesse ad acquistarne una.
Ecco che allora se l'obiettivo è proprio questo, utilizzare gli annunci Google Ads si allinea bene con l'intento di ricerca e possono portare a generare vendite.
Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?
Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?
Facebook Ads, d'altra parte, è l'ideale per raggiungere gli utenti che non hanno un'elevata intenzione all'acquisto ma che si trovano piuttosto vicino alla parte superiore della canalizzazione (ovvero, ottimi per la consapevolezza del marchio e la visibilità del prodotto).
Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?
Annunci di Facebook o annunci di Google: quali scegliere?
L'ideale sarebbe poter utilizzare entrambe le piattaforme contemporaneamente per indirizzare gli utenti in ogni fase della buyer journey. Ma se questo non è possibile, conoscere l'obiettivo principale della tua campagna ti aiuterà a determinare quale piattaforma è più adatta per raggiungerlo.

Il tuo budget

In ogni campagna pubblicitaria l'obiettivo è quello di massimizzare il ritorno sull'investimento pubblicitario (ROAS) ed è più facile farlo su alcune piattaforme rispetto ad altre.
Google Ads offre degli strumenti molto utili per analizzare la spesa di una possibile campagna. Grazie allo strumento di pianificazione delle parole chiave infatti siamo in grado di conoscere il costo per clic delle parole chiave che dovremmo utilizzare per la campagna e anche ad analizzare la concorrenza. Se le parole chiave che ti occorrono hanno un CPC (costo per clic) elevato e disponi di un budget limitato, sicuramente questa strada risulta non essere percorribile.
 
Ad esempio se il tuo budget di spesa massima giornaliera è di 100€, ma la tua keyword ha un CPC medio di 20€, significa che con quel budget otterresti soltanto 5 clic al giorno, il che è ovviamente molto limitante.
Mentre con lo stesso investimento su Facebook potresti potenzialmente raggiungere più persone e sfruttare la campagna per saperne di più su quali strategie funzionano per il tuo pubblico di destinazione.
 
Ancora una volta si tratta di capire quale investimento porterà più beneficio in base al nostro obiettivo.

Fasi della Buyer's Journey

Come abbiamo già detto alcune piattaforme si allineano meglio con determinate fasi del percorso dell'acquirente.
Su Facebook (e Instagram) per esempio, essendo piattaforme di social media, la maggior parte degli utenti non sta cercando attivamente di acquistare prodotti o servizi. Tuttavia considera che Facebook ogni mese conta 2,80 miliardi di utenti attivi (Facebook, 2021), utenti che condividono i loro interessi sulla piattaforma. I social sono quindi un'ottima vetrina per far conoscere il tuo brand.

Dall'altra parte si stima che Google riceva oltre 5 miliardi di ricerche al giorno. Queste ricerche possono ricadere il qualsiasi punto del percorso dell'acquirente, ma alcune parole chiave indicano un'intenzione di acquisto elevata.

Ad esempio, keywords come “miglior champagne” o “prezzo bottiglia champagne”, suggeriscono che l'utente è molto interessato all'acquisto. Anche parole chiave che includono una ricerca geolocalizzata come “lavatrice Milano” indicano un'intenzione all'acquisto molto elevata (circa il 90% in più della stessa ricerca senza la geolocalizzazione).
Con questa piattaforma quindi è possibile raggiungere gli utenti che sono vicini alla fine della canalizzazione.

Dati storici e/o della concorrenza

Esaminare le strategie e i dati di azioni che si sono portati avanti in passato è sicuramente utile per sapere cosa può aver funzionato e cosa invece no, ma anche per capire cosa si può esplorare di nuovo tenendo ben presente però i dati storici come riferimento.
In mancanza di dati storici o in aggiunta ad essi è sempre fondamentale prima di intraprendere un'azione di marketing buttare un occhio ai competitors. Che tipo di campagne stanno facendo? Su quali piattaforme? Qual è il loro asse di comunicazione?
In questo modo potrai farti un'idea delle strategie utilizzate dai tuoi competitor.
I tuoi concorrenti non hanno ancora intrapreso nessuna campagna o non sono ancora su alcune piattaforme? Questa potrebbe essere una grande opportunità per il tuo brand!

Facebook Ads e Google Ads: i vantaggi

Come detto poco fa gli utenti attivi su Facebook ogni mese sono 2,80 miliardi, quindi la vastità del pubblico potenziale a cui possiamo rivolgerci è molto ampia, dall'altra parte però la piattaforma offre anche la possibilità di targetizzare in maniera sempre meno approssimativa, consentendoci di raggiungere gli utenti in base a dati demografici, comportamenti, eventi ed interessi.
 
Quando devi creare la tua campagna puoi descrivere il tuo buyer persona e Facebook mostrerà gli annunci agli utenti che corrispondono a questa descrizione.
Questo tipo di targeting così dettagliato su Google Ads non è possibile.
 
Una ricerca ha rilevato che nel 2020 gli annunci di ricerca su Google avevano un CTR più alto dell'1,55% rispetto agli annunci display e agli annunci di Facebook. Questo probabilmente è dovuto al fatto che Google dà priorità agli annunci in base alla partinenza.
Oltre all'offerta per le parole chiave infatti, ciò che Google premia è la pertinenza del tuo annuncio con la parola e l'intento di ricerca dell'utente.
 
Come avrai già capito tra Facebook Ads e Google Ads, non si può dire a priori che uno sia migliore dell'altro. Una volta presi in considerazione i tuoi obiettivi, budget e pubblico di destinazione, dovrai valutare quale strada può essere più utile al tuo brand.
 
Se vuoi capire se una campagna di Google Ads o di Facebook potrebbe fare al caso tuo prenota una consulenza gratuita con uno dei nostri esperti.

Inbound Marketing: fundamentals

Scarica la guida gratuita
L’Inbound Marketing è una strategia che ti permette di: fornire le giuste informazioni, alle persone giuste, nel momento giusto, utilizzando il giusto strumento. É un nuovo modo di affrontare il mercato, rispetto al classico outbound marketing il percorso è inverso. Mentre nel caso dell’otbound io mi propongo al cliente, nell’inbound il mio obiettivo è quello di essere scelto.
Vediamo in breve cosa significa...

Ricerca



Desideri maggiori informazioni?

Fissa un appuntamento con un esperto

gli ultimi articoli del blog

Consulenza SEO

Cos’è, in cosa consiste e sopratutto quali sono i tempi e i costi. Se hai un’attività e un sito internet ti sarà...
  S.E.O.
  Posizionamento sito Ricerca organica Rating Ranking Ottimizzazione sito Google
 14 Oct 2021  |    Elena Farina
Read more

Inbound Marketing vs Outbound Marketing

La maggior parte delle campagne di marketing che le aziende fanno oggi per cercare di generare lead si basa...
  Inbound MKTG
  Inbound marketing Outmarketing marketing
 08 Oct 2021  |    Carlo Rossetti
Read more

Avete mai sentito parlare di Branding sensoriale?

Vi è mai capitato di entrare in alcuni punti vendita e di essere sopraffatti da un profumo molto intenso o da una...
  Branding
  Branding sensoriale
 08 Oct 2021  |    Carlo Rossetti
Read more